• 21 GENNAIO 2019 - 12:24
  • Attualità

Piscine, Cia dell'Umbria: bene la scelta della Regione

piscina.jpg
Concessa la proroga per adeguare le strutture anche negli agriturismi
Le richieste vanno inoltrate ai Comuni entro il prossimo 9 aprile 
Perugia, 7 marzo 2013 - La Cia dell’Umbria e l’associazione agrituristica Turismo Verde condividono la decisione, assunta nei giorni scorsi dalla Giunta regionale, di concedere un congruo periodo di tempo (fino a 36 mesi) ai proprietari di piscine costruite prima del 2008 che necessitano di adeguamenti da apportare obbligatoriamente entro il prossimo 9 aprile. La Giunta, accogliendo le richieste delle associazioni in particolare di quelle agrituristiche, ha disposto, con deliberazione n. 189 del 4 marzo 2013, la possibilità per i titolari degli impianti natatori di richiedere al Sindaco del Comune nel cui territorio è ubicata la piscina, il rilascio di un apposito nulla-osta all’esercizio temporaneo dell’attività, che non potrà superare i 36 mesi. La richiesta dovrà pervenire al Sindaco entro il prossimo 9 aprile. Come è noto, in attuazione della legge regionale n. 4 del 2007 (Disciplina in materia di requisiti igienico-sanitari delle piscine ad uso natatorio), la Giunta aveva disposto l’obbligo di adeguarsi alle prescrizioni contenute nella normativa entro 5 anni dalla pubblicazione, avvenuta il 9 aprile 2008, del Regolamento n. 2/08. Con l’approssimarsi di tale scadenza ed a seguito di problematiche di diverso tipo che, di fatto, hanno impedito a tanti imprenditori di adattare le loro strutture alle disposizioni regolamentari, le Organizzazioni agricole ed agrituristiche hanno sollecitato la Regione ad adottare un provvedimento ad hoc che, la Giunta regionale ha  così deliberato. Per Giampiero Rosati, presidente di Turismo Verde Umbria, “la Regione ha emanato una disposizione necessaria senza la quale centinaia di aziende agrituristiche umbre dotate di piscina, si sarebbero trovate in enormi difficoltà proprio nella fase di avvio della stagione turistica primaverile. Nell’esprimere il nostro plauso per la decisione – continua Rosati – rimarchiamo la necessità che anche questa complessa problematica venga discussa per tempo nelle opportune sedi istituzionali insieme alla stesura finale della nuova legge regionale sull’agriturismo che va approvata nel più breve tempo possibile.”                                          

agriturismo%20trasimeno.jpg
Perugia - Via Mario Angeloni 1 - 06125 - tel.075.5002953 fax 075.5002956
Contatti
Stampa questa pagina